La DisabilitÓ nel Settore del Credito - Settore del credito - CSSPD - Centro Studi Sociali Pietro Desiderato


La DisabilitÓ nel Settore del Credito

La FABI ha organizzato in Roma presso la sede del CNEL, il giorno 29 marzo 2012, una giornata di Studio sull'argomento. All'evento, hanno partecipato esperti di chiara fama nazionale: sono state presentate le linee programmatiche sulle quali sta operando la Federazione.
 
 
 
Si Ŕ svolta presso il CNEL (Consiglio Nazionale per l'Economia ed il Lavoro) in Roma, la prima giornata di studi dedicata alla disabilitÓ nel Settore del Credito, organizzata dalla FABI e promossa dai Dipartimenti Welfare e Salute e Sicurezza e dal Coordinamento Giovani.
 
L'incontro, presieduto dal Segretario Nazionale della FABI Luca Bertinotti, ha visto alternarsi sul palco Relatori a vario titolo impegnati nella ricerca, nella prevenzione e nella proposizione di pratiche e prodotti, con il filo conduttore di illustrare da varie posizioni le modalitÓ di inserimento dei disabili nel Settore e le difficoltÓ date dalle valutazioni oggettive sinora emerse.
 
Sono poi seguiti i saluti della D.ssa Monica Bertolo, Direttrice di EsseCome, che ha portato i saluti di Securindex, partner mediatico dell'iniziativa.
 
Erano presenti in Sala Camillo Santini, del Consiglio Direttivo dell'Associazione Polha di Varese e Biagio Melissari, presidente dell'Associazione Astrambiente.
 
Nella Prima Sessione si sono alternati la D.ssa Fiorisa Lentisco, Ricercatrice dell'INAIL, IL Dr. Dario Russignaga, RSPP di Intesa San Paolo, Fulvio Fornaro, Medico Competente Aziendale, Direttore do Sail 626, Antonio Zuliani, Presidente dell'Associazione Psicologi Liberi Professionisti, Le D.sse Attilia Bellia e Monica Ghelli, Psicologhe e Psicoterapeute e il Dr. Vincenzo Saporito, Coordinatore del Dipartimento Nazionale Welfare della FABI.
 
Nella Seconda Sessione si sono susseguiti il Dr. Gianfranco Marocchi, del Consiglio di Presidenza di FedersolidarietÓ Confcooperative, il Dr. Bruno Fazzini, Presidente Citel, Il Dr, Mattia Pari, Coordinatore del Coordinamento Giovani FABI, il Dr. Alessandro Candriello, product manager di Eta Beta, il Dr. Stefano Tassi, Presidente dell'Associazione Delfosub, il Dr. Matteo Meroni, Amministratore Delegato di Mega Italia Media e Loris Brizio, Coordinatore del Dipartimento Nazionale Salute e Sicurezza FABI.
Assenti giustificati, ma presenti poi con un contributo negli atti, il Dr. Franco Bettoni, Presidente ANMIL, ed l'Ing. Gianni Andrei, Presidente AIPROS e la D.ssa Lucia Macciocu, Psicologa Psicoterapeuta.
 
Il convegno ha spaziato dal concetto di valutazione dei rischi quando sono presenti i disabili in azienda, al senso della sorveglianza sanitaria, alle responsabilitÓ sociali delle aziende, alla gestione degli aspetti di interazione e di domotica, all'Organizzatore del lavoro ed agli ausili.
 
Al termine Luca Bertinotti, della Segretaria Nazionale FABI, ha affermato: "Si tratta di un primo passo per promuovere buone pratiche nel Settore, volte all'integrazione piena dei disabili nell'organizzazione del lavoro aziendale, evitando le discriminazioni e coinvolgendo appieno nel processo produttivo ed interattivo tutti i dipendenti. Siamo alla ricerca di una progettazione integrata: per noi, su questo tema, vale la massima che Ŕ il lavoro che deve adeguarsi al lavoratore e non il contrario, naturalmente tenendo conto delle specificitÓ di ognuno e dell'introduzione degli ausilii e dei momenti formativi necessari."
 
Gli atti del Convegno saranno  disponibili pi¨ presto, e liberamente consultabili sul sito della Fabi (www.fabi.it) e Securindex (www.securindex.com)