Eventi e iniziative
Corporate Social Responsability
Integrazione e diversabilità
Mercato del lavoro
Nuove tecnologie
Politica economica
Relazioni industriali
Risorse umane
Salute e sicurezza sul lavoro
Sistema creditizio e assicurativo
Sistema fiscale
Sistema previdenziale
Sistema sanitario
Volontariato e nonprofit
Welfare
Rassegna Stampa Estera
Nuove tecnologie
29/09/2006

L'Europa di fronte alla sfida dell'Oriente

Si è svolta a Parigi, il 25 e 26 settembre 2006, la sedicesima edizione dell’European IT Forum organizzato da IDC, il più importante evento europeo dedicato allo studio dello stato dell’arte della Information & Communication Technology nei vari settori dell’industria continentale.


L’argomento principale dell’edizione 2006 ha riguardato la sfida tecnologica che attende l’Europa nei prossimi decenni nei confronti delle forti economie emergenti del sud est asiatico. Gli illustri speaker presenti all’evento, hanno concordato su come il nostro continente debba necessariamente creare nuovi prodotti e servizi basati sulle nuove tecnologie, per far fronte alla sempre più crescente sfida della globalizzazione.

In particolare, secondo Jeffrey Sampler, professore presso la Oxford University, le aziende europee debbono rafforzare il loro processo di pianificazione strategica, che spesso si riduce ad una semplice formalità annuale. La situazione attuale necessita una seria analisi delle minacce provenienti dai paesi emergenti nonché un serio piano in grado di fornire rapide strategie alternative in un mondo in cui il tempo tra l’individuazione dei nuovi trends ed il relativo sviluppo degli stessi si riduce sempre più.

Chris Anderson, editore di Wired Magazine ed autore del recentissimo Best Seller economico “The Long Tail”, ha sottolineato il fatto che i nuovi modelli di business saranno sempre più basati sulla creazione di una miriade infinita di nicchie economiche il cui peso complessivo supererà di gran lunga le produzioni di massa della attuali grandi Corporations.

Secondo Anderson,  il fenomeno della “lunga coda” si sta spostando rapidamente dall’area tipicamente business a quella delle idee e del non-profit. Le centinaia di migliaia di Blogs nati in questi ultimi due o tre anni ne sono una significativa conferma perché stanno rivoluzionando il mondo dei media proprio seguendo la sua teoria. Infatti, oggi, la somma delle informazioni presenti nei blogs supera di gran lunga l’informazione generata dai grandi Media mondiali e questo non necessariamente motivato da una remunerazione economica.
 
Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, la più importante Enciclopedia Universale presente su Internet, ha evidenziato come sia fondamentale poter accedere rapidamente alle informazioni di cui si necessita. Secondo Wales la maggior parte delle idee innovative nate su Internet negli ultimi 10 anni sono state generate dal quel movimento globale formato da milioni di volontari che inseriscono gratuitamente programmi o notizie sul web. A questo è dovuto anche il sorprendente successo della sua creazione mediatica, che ha surclassato negli ultimi tempi qualsiasi fenomeno culturale del passato.

Nel corso delle prossime settimane sarà in linea, sul sito del Centro Studi, un'intervista a Jeffrey Sampler professore presso la Oxford University e riconosciuto esperto mondiale di ICT nel settore bancario.

P.G.


Versione per stampa
CERCA NEL SITO
© 2004 Centro Studi Sociali Pietro Desiderato
Powered by Time&Mind