Eventi e iniziative
Corporate Social Responsability
Integrazione e diversabilità
Mercato del lavoro
Nuove tecnologie
Politica economica
Relazioni industriali
Risorse umane
Salute e sicurezza sul lavoro
Sistema creditizio e assicurativo
Sistema fiscale
Sistema previdenziale
Sistema sanitario
Volontariato e nonprofit
Welfare
Rassegna Stampa Estera
Corporate Social Responsability
13/10/2008

In Italia si rafforza l’interesse per la RSI

In un periodo di crisi finanziaria, cresce in Italia l'interesse per la Responsabilità Sociale delle Imprese nei confronti degli Stakeholder: ne è conferma il successo del recente salone della CSR "Dal Dire al Fare".
 
 
 
 

Si ricomincia a parlare con forza della Responsabilità Sociale delle Imprese nei confronti degli Stakeholder, i “portatori d’interesse” che molto spesso in passato sono stati poco considerati nelle scelte strategiche delle grandi multinazionali. Il legame con il territorio, la crescita sostenibile, il rispetto della dignità dei lavoratori e dei consumatori devono tornare a porsi quale punto di riferimento per le aziende.

Proprio per approfondire tali temi, si è svolta il 24 e 25 settembre 2008, presso l'Università degli Studi di Milano, la quarta edizione di "DAL DIRE AL FARE", Il Salone nazionale dedicato alla Responsabilità Sociale d'Impresa (RSI-CSR).

I due segnali che sono stati percepiti nel corso dell’evento sono l’Ottimismo per i positivi riscontri ottenuti circa una maggiore attenzione ad una crescita economica e sociale all’insegna della sostenibilità, ma anche la Consapevolezza che l’iniziativa rappresenta oggi un punto di riferimento nazionale per chi continua, oppure solo da poco ha iniziato a fare della Responsabilità Sociale non solo un impegno ma un elemento di cultura aziendale.

Sono stati oltre 1.600 i visitatori che, nella due giorni milanese, hanno visitato i 50 stand presenti nell’area espositiva provenienti dal settore profit, non profit e pubblico, i 15 laboratori tematici dedicati tra gli altri allo sport, al design, all’energia, ai rifiuti, all’accoglienza e al sistema educativo. Ed ancora lo Spazio Giovani, iniziativa insignita di una medaglia del Presidente della Repubblica, che permette a laureati e laureandi con tesi sulla RSI di presentare i loro lavori, e di confrontarsi con la realtà delle imprese; la Maratona delle esperienze e il Matching Responsabile ovvero incontri “one to one” riservati agli espositori; Il Meglio del Social Award.

Una delle molte espressioni della Corporate Social Responsability nel settore bancario si manifesta attraverso la creazione delle cosiddette Banche Etiche.

Proprio nell’ambito del “Meglio del Social Award” sono state presentate due esperienze bancarie eccellenti in tema di CSR.

In particolare, nel corso della manifestazione, sono state evidenziate le iniziative di Eticredito - Banca Etica Adriatica nata a Rimini nell'aprile del 2006, seconda Banca Etica a livello nazionale, e l’iniziativa "Creval Insieme"da parte del Credito Valtellinese.

Entrambe le realtà sono caratterizzate da una forte sinergia con il mondo del volontariato e soprattutto un forte radicamento con il territorio di appartenenza.

Di particolare rilievo, nel corso della conferenza introduttiva svoltasi nella mattinata del 24 settembre, l’intervento di Gianfranco Fabris, Professore ordinario di Sociologia dei Consumi e Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione all'Università San Raffaele di Milano, il quale ha rilevato nel corso delle sue Ricerche, come molto spesso da parte delle grandi Corporation globalizzate si evidenzi una relazione inversa tra gli investimenti effettuati in CSR e l’effettivo riscontro nei comportamenti di Business.


Sempre nel corso della conferenza introduttiva si segnala l’intervento del geologo, ricercatore e conduttore televisivo Mario Tozzi che ricorda come “sia già stata consumata oltre la metà delle riserve presenti in natura e non si sia ancora trovata la soluzione per rispondere alla richiesta di una popolazione che cresce e consuma a ritmi sempre più importanti”.


La piena e attiva partecipazione dei visitatori ai convegni e ai laboratori presentati, tra cui studenti universitari e alcune classi delle scuole superiori, dimostrano anche come DAL DIRE AL FARE rappresenti un appuntamento importante per chi alla RSI si avvicina per ragioni diverse.

È il caso dei 15 laureati e laureandi provenienti dalle università di Trento, Milano, Genova, Bologna, Catania e del Salento che hanno presentato le loro tesi di laurea e incontrato le imprese presenti al Salone nell’ambito dello Spazio Giovani, iniziativaa cui quest’anno è stata conferita una medaglia della Presidenza della Repubblica.

L’edizione 2008 del Salone si chiude con la consapevolezza che la RSI trova oggi sicuramente un terreno più fertile e reattivo rispetto a soli pochi anni fa. In particolare tra le imprese. Le stesse che, come emerso in occasione del convegno d’apertura, non adottano strategie responsabili solo perché il mercato lo richiede, ma perché la Responsabilità Sociale inizia ad entrare a pieno titolo nella loro cultura aziendale.

P.G.


Versione per stampa
CERCA NEL SITO
© 2004 Centro Studi Sociali Pietro Desiderato
Powered by Time&Mind