Eventi e iniziative
Corporate Social Responsability
Integrazione e diversabilità
Mercato del lavoro
Nuove tecnologie
Politica economica
Relazioni industriali
Risorse umane
Salute e sicurezza sul lavoro
Sistema creditizio e assicurativo
Sistema fiscale
Sistema previdenziale
Sistema sanitario
Volontariato e nonprofit
Welfare
Rassegna Stampa Estera
Rassegna Stampa Estera
03/05/2017

Freedom House: libertà di stampa nel mondo

Secondo l'annuale Rapporto di Freedom House nel mondo solo un abitante su sei vive in paesi in cui l'informazione è libera. L'Italia migliora, ma è al 62° posto nel mondo dietro all'Ucraina, al 29° posto in Europa ed è ancora considerata "partly free" dal punto di vista della libertà di stampa. 




Parzialmente libera. Dopo 28 nazioni europee considerate "libere" la ventinovesima, l'Italia è la prima tra le parzialmente libere alla stregua di nazioni quali Ucraina o Mongolia.

Così il Report 2017 di Freedom House sulla libertà di stampa nel mondo etichetta la situazione in Italia, confermando le criticità strutturali dell’informazione nel nostro Paese: 
gli irrisolti conflitti di interessi, il perdurante controllo politico sulla Rai, la debolezza delle normative antitrust, le minacce continuate e ripetute da parte della politica, ma anche della criminalità organizzata, nei confronti dei cronisti e del diritto di cronaca: minacce fisiche, verbali e sotto forma di “querele temerarie”.



Il sito 





LIBERTA' DI STAMPA NEL MONDO 2017

Versione per stampa
CERCA NEL SITO
© 2004 Centro Studi Sociali Pietro Desiderato
Powered by Time&Mind