Eventi e iniziative
Corporate Social Responsability
Integrazione e diversabilità
Mercato del lavoro
Nuove tecnologie
Politica economica
Relazioni industriali
Risorse umane
Salute e sicurezza sul lavoro
Sistema creditizio e assicurativo
Sistema fiscale
Sistema previdenziale
Sistema sanitario
Volontariato e nonprofit
Welfare
Rassegna Stampa Estera
Integrazione e diversabilità
04/01/2006

Accessibilità: 4 gennaio World Braille Day

Il 4 gennaio è la data di nascita di Louis Braille, l'inventore dell'omonimo codice. Braille, quasi 200 anni fa, ha rivoluzionato la vita delle persone non vedenti.

 

L'invenzione dell'insegnante parigino, che aveva perso la vista in tenera età per un incidente, prevedeva un semplice e tuttavia ingegnoso sistema di sei puntini in rilievo, in grado di codificare una grande quantità di lettere e simboli. 

Usati in varie combinazioni, i sei "puntini magici" possono comporre i formati delle lettere standard dell'alfabeto, delle notazioni musicali, i  simboli della chimica, i numeri  e la punteggiatura.

Braille ha di fatto aperto la strada al concetto di "accessibilità delle informazioni" anche da parte delle persone con disabilità sensoriali.

Oggi, con l'evoluzione della tecnologia e grazie al grande sviluppo e diffusione di Internet, si parla sempre più di accessibilità in termini informatici.

L'accessibilità informatica è la possibilità da parte di persone più o meno gravemente disabili di fruire dei contenuti della Rete ed accedere a sistemi di elaborazione dati. 

Ad esempio un sito web accessibile permette di ingrandire i caratteri (per persone ipovedenti o con difficoltà motorie -cliccare sui link può non essere facile come sembra-), di avere colori ad alto contrasto (per ipovedenti), di essere letto da parte di particolari sofware per la sintesi vocale facilitando in questo modo la vita di persone con ogni tipo di disabilità.

 


Versione per stampa
CERCA NEL SITO
© 2004 Centro Studi Sociali Pietro Desiderato
Powered by Time&Mind